Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Eventi

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Il Museo Civico di Zoologia resta aperto… online! Un tesoro ritrovato: le coppe di Nettuno. #laculturaincasa

3 Giugno - 5 Luglio
di Annamaria Epiceno, responsabile della Collezione di  Invertebrati del Museo Civico di Zoologia.

 

A prima vista ricordano dei reperti archeologici, due grandi vasi di epoca romana che il mare ha custodito per secoli.

In realtà sono due esemplari di una spugna scoperta nel 1822 nelle acque di Singapore: la coppa di Nettuno, scientificamente conosciuta come Cliona patera .

Con la sua morfologia singolare e le grandi dimensioni, altezza e diametro di oltre un metro, questa spugna gigante è sempre stata un ambito trofeo per musei e collezionisti privati, tanto che dall’inizio del ‘900, non essendo stata più segnalata la sua presenza, in molti nella comunità scientifica pensarono che si fosse estinta.

Gli ultimi reperti di cui si ha notizia furono pescati a nord dell’Australia nel 1990 e in Thailandia nel 2000, nessun esemplare fu invece ritrovato nelle acque di Singapore fino al 2011.

E’ infatti nel marzo del 2011 che si realizza il sogno di un gruppo di ricercatori: il ritrovamento di due esemplari di Cliona patera al largo dell’isola di Saint John, a sud di Singapore. Si trattava di esemplari molto giovani del diametro di circa 30 centimetri, davvero pochi se paragonati alle dimensioni degli esemplari adulti.

La notizia di questa incredibile riscoperta nelle acque Singapore un secolo dopo la sua apparente sparizione è stata particolarmente significativa considerando il cambiamento subito dalle coste di Singapore che, nel giro di pochi anni, si è trasformata da isola tranquilla in un grande centro con uno dei porti più attivi del mondo. I ricercatori hanno ipotizzato che molto probabilmente esistano delle cavità, delle zone con condizioni ambientali favorevoli , tali da consentire la sopravvivenza di queste rare spugne.

La riscoperta di una specie “estinta” significa molto per la scienza, gli studiosi avranno finalmente l’opportunità di studiare la biologia e l’ecologia di questa spugna nel suo ambiente naturale, di seguirne il percorso di crescita ma soprattutto mettere a punto una strategia per la loro conservazione.

Il Museo Civico di Zoologia conserva nelle sue collezioni due esemplari di Cliona patera. Questi furono donati al Museo Zoologico della Regia Università di Roma dal Comandante De Amezaga al suo ritorno da un viaggio di circumnavigazione intorno al globo intrapreso tra il 1881 e il 1884.

I due reperti non sono esposti al pubblico e sono custoditi nei magazzini del Museo al fine di assicurarne la tutela e la conservazione.

 

Clicca qui per collegarti alla pagina Facebook del Museo.

Dettagli

Luogo:
Pagina Facebook Museo Civico di Zoologia

Organizzatore

#laculturaincasa
Sito web:
https://www.facebook.com/MuseoCivicoZoologia/