Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Scienza

Alca impenne

Scambiata spesso per un pinguino, l’alca impenne (Pinguinus impennis) è in realtà una vicina parente di gabbiani e sterne, buoni volatori. Viveva in popolazioni numerose in tutto il Nord Atlantico e si riproduceva dalle coste rocciose del Canada a quelle delle isole Faeroe e dell’Irlanda. Per le sue caratteristiche biologiche – distribuzione geografica limitata, scarsa fecondità e alta specializzazione della dieta – questo uccello era già a rischio di sopravvivenza. Pertanto, quando gli uomini cominciarono a darle la caccia per le piume, la carne, il grasso e le uova, divenne sempre più rara. Fu allora che l’alca divenne preda di molti collezionisti fino a che nel 1844, in Islanda, non fu uccisa l’ultima coppia. Attualmente ne sono conservati nei musei solo 80 esemplari e di questi solo 5 in musei italiani. L’esemplare conservato presso il Museo Civico di Zoologia è uno dei più belli per la livrea estiva, la preparazione tassidermica e la postura naturale.
Alca impenne
Carla Marangoni

Carla Marangoni

Curatore uccelli

profilo
+39 0667109258
scrivimi

Museo Civico di Zoologia

Via Ulisse Aldrovandi, 18
00197 Roma

+39 0667109270
+39 060608
info@museodizoologia.it

9:00 - 19:00
Chiuso il lunedì