esattamente
cerca nei titoli
cerca nel contenuto
cerca nelle notizie
cerca nelle pagine
cerca negli eventi
{ "homeurl": "http://www.museodizoologia.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "hover", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "70px", "showauthor": 0, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 3, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": "Did you mean:", "defaultImage": "http://www.museodizoologia.it/wp-content/plugins/ajax-search-lite/img/default.jpg", "highlight": 0, "highlightwholewords": 0, "scrollToResults": 0, "resultareaclickable": 1, "defaultsearchtext": "", "autocomplete": { "enabled" : 1, "lang" : "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "redirectonclick": 0, "trigger_on_facet_change": 0, "settingsimagepos": "right", "hresultanimation": "fx-none", "vresultanimation": "fx-none", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 200, "iitemsHeight": 200, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "1", "analytics": 0, "analyticsString": "ajax_search-{asl_term}" }

Educazione

Spina dinosauro

Ricerca educativa

L’équipe educativa del Museo Civico di Zoologia è impegnata in attività di ricerca e sperimentazione per migliorare costantemente la comunicazione col pubblico e realizzare nuovi percorsi educativi.

Diversi aspetti dell’attività museale sono oggetto di ricerca: disciplinari, come la costruzione dei concetti di vivente e di ambiente; comunicativi, come l’impatto cognitivo delle esposizioni e il linguaggio museale; aspetti riguardanti la relazione con il pubblico, come il gradimento e la percezione del Museo; aspetti legati all’educazione ambientale, come la partecipazione pubblica alle politiche ambientali e l’alfabetizzazione ecologica.

La continua riflessione sui metodi e i contenuti proposti ha portato gli educatori a maturare una nuova consapevolezza: il Museo può offrire nuove conoscenze ma anche stimolare nuovi interessi, valori e attitudini; da un punto di vista sociale, può contribuire a formare generazioni più colte ed informate, ma anche più capaci di autostima, partecipazione, critica e dialogo sociale.

La vita in mostra. I biologi raccontano…

Da sempre gli uomini si sono interrogati sui fenomeni della vita e ne hanno dato diverse interpretazioni anche mitiche, filosofiche o religiose. Il progetto (2013-2014), finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), nasce con l’intento di divulgare presso il pubblico il concetto di vita secondo la visione della scienza.

L’obiettivo è stato realizzato con l’allestimento di una mostra sulle caratteristiche fondamentali degli organismi viventi, come l’organizzazione in cellule, la risposta agli stimoli ambientali, la riproduzione, l’evoluzione e l’adattamento, insieme ai metodi e i moderni strumenti d’indagine a disposizione dei biologi.

Il progetto ha previsto inoltre la realizzazione di un sito web che sviluppa e approfondisce i temi dell’esposizione in un affascinante percorso virtuale alla scoperta della vita.

DIAMOND – Dialoguing Museums for a New Cultural Democracy

Il progetto (2012-2014), finanziato nell’ambito del Programma per l’Apprendimento Permanente dell’Unione Europea, nasce per sviluppare attività culturali rivolte a gruppi di cittadini marginalizzati. Ha coinvolto giovani rifugiati politici, ospiti di centri anziani e i detenuti del carcere minorile di Casal del Marmo di Roma, esclusi per varie cause dalla vita culturale della città.

L’obiettivo è stato realizzato attraverso il coinvolgimento di questi pubblici in attività ed esperienze museali e la sperimentazione del Digital Storytelling (DS) come strumento di comunicazione e di espressione individuale, raccogliendo conoscenze, emozioni, ricordi e cambiamenti indotti dal contatto col patrimonio culturale museale.

Il prodotto finale del progetto è il manuale Storie per i musei. Musei per le storie. Storytelling digitale e musei scientifici inclusivi: un progetto europeo, una riflessione sul potenziale dei media digitali nella promozione di nuove opportunità per gruppi tradizionalmente esclusi o ignorati dalle Istituzioni culturali.

PICA 2012-Il Museo come spazio per l’inclusione culturale

Il progetto (2011-2012), finanziato dal Comune di Roma nell’ambito del programma Percorsi Innovativi di Cittadinanza Attiva (PICA), ha coinvolto gruppi di cittadini che per cause economiche, fisiche e soprattutto culturali, normalmente non visitano il Museo. Protagonisti sono stati giovani rifugiati politici, studenti di scuole di periferia, ospiti di centri anziani, un gruppo di Romanì e i giovani detenuti del carcere minorile di Casal del Marmo di Roma.

Obiettivi del progetto erano l’inserimento socio-culturale, la partecipazione alla vita e alle risorse della città, l’attivazione di nuove relazioni sociali e lo scambio di conoscenze e tradizioni. Il progetto ha inoltre rappresentato un’esperienza pilota per attività culturali rivolte a gruppi di cittadini in situazioni di marginalità, ed ha comportato la formazione riconosciuta di operatori specializzati nel settore educativo.

Il progetto ha ricevuto il premio “Il mio PICA” con un filmato realizzato sul modello del Digital Storytelling (DS) dagli stessi tirocinanti.

La scienza in mostra: gli eredi di Linneo e Darwin al lavoro nei Musei

Il progetto (2008-2009), finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), nasce con l’obiettivo di promuovere la conoscenza dell’attività di ricerca all’interno dei musei scientifici. Questo aspetto dell’attività museale è pressoché sconosciuto al pubblico, che associa l’immagine del museo prevalentemente all’esposizione ed alla divulgazione.

Il proposito è stato realizzato tramite l’allestimento di uno ZooLab, un laboratorio di biologia che ospita attività per le scuole e per il pubblico. All’interno del laboratorio è possibile conoscere direttamente gli animali e fare pratica di osservazione e sperimentazione, vivendo in prima persona il lavoro di ricerca dello zoologo in un museo della vita.

Il progetto ha previsto inoltre la realizzazione di un laboratorio virtuale per lo studio degli insetti; nove interessanti attività vi permetteranno di conoscere meglio questi animali e familiarizzare con i ragionamenti e metodi di studio dei biologi.

La scienza della complessità spiega l’ambiente: dall’ecosistema al paesaggio

Il progetto (2007-2008), finanziato dal Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), ha coinvolto insegnanti e studenti di alcune scuole romane nella realizzazione di attività didattiche finalizzate all’acquisizione del concetto di ambiente, secondo i moderni modelli scientifici di ecosistema e paesaggio.

Tutte le esperienze possono essere riproposte in ambito scolastico, universitario, museale e nella preparazione degli educatori scientifici, ma possono anche essere realizzate da cittadini interessati alla conservazione della natura che vogliano acquisire gli strumenti per partecipare in prima persona alla gestione delle politiche ambientali.

Il progetto ha previsto la realizzazione di un sito web che raccoglie alcune delle attività didattiche descritte da chi le ha progettate e sperimentate, anche attraverso testimonianze e commenti degli studenti. Ogni attività può essere riproposta singolarmente in percorsi di educazione scientifica, naturalistica ed ambientale.

Gloria Svampa

Gloria Svampa

Responsabile settore educativo

profilo
+39 0667109259
scrivimi
Museo Civico di Zoologia

Via Ulisse Aldrovandi, 18
00197 Roma

+39 0667109270
+39 060608
info@museodizoologia.it

9:00 - 19:00
Chiuso il lunedì