Azioni sul documento
[6 dicembre 2012]

Il Gatto selvatico del Vecchio Mondo.

Incontro con Bernardino Ragni. Con la partecipazione di Francesco Petretti.

Catalogo MostraL'apertura degli Happy Hours 2012-2013 verrà accompagnata, oltre che dall'inaugurazione della Mostra "Sua Maestà il Gatto", dalla proiezione di un simpatico documentario sul gatto domestico prodotto da Francesco Petretti ed intitolato "Le avventure di Miciolino".

Biologo, docente di Comunicazione della Scienza all'Università del Molise e membro della Commissione per la Sopravvivenza delle Specie dell'Unione Mondiale per la Conservazione della Natura (SSC-IUCN), Francesco Petretti fa parte del Comitato Scientifico del WWF, di cui ha diretto in passato i programmi per la Biodiversità.Disegno di F. Petretti - da Le Favole del Bosco Ha curato la redazione del libro Rosso delle Piante d'Italia e degli Animali d'Italia ed è autore di numerosi libri, di pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e di opere divulgative. Oltre a collaborare con importanti testate giornalistiche, come il Corriere della Sera  e la rivista Oasis di cui è Direttore Scientifico, è autore e regista di numerosi documentari scientifici, da lui prodotti per i più importanti network televisivi italiani ed europei. Dal 1987 è co-autore e co-conduttore della trasmissione televisiva Geo&Geo di RAI 3.

Il Gatto selvatico del Vecchio Mondo

Felis silvestris silvestris - Foto B. RagniWildkatze der Alten Welt (il Gatto selvatico del Vecchio Mondo), come lo definì Theodor Haltenorth, è l'unico carnivoro selvatico ad essere distribuito in tre diversi continenti nei due emisferi della Terra: Europa, Asia e Africa (il "Vecchio Mondo"). Il Paese nel quale Felis silvestris mostra il massimo della sua complessità biogeografia è l'Italia: qui è presente l'unica popolazione insulare mediterranea di gatto selvatico europeo e qui vive anche una popolazione di gatto selvatico africano, quella sarda, mentre nell’Italia continentale, la sottospecie europea si distribuisce in tre areali disgiunti: il Nord occidentale, il Nord orientale ed il Peninsulare, che sono andati incontro a remote e recenti estinzioni, ma anche a recentissime espansioni. Il gatto domestico discende dalla popolazione Nord-africana-vicino-orientale, con un processo antico di quasi cento secoli. A parità di taglia è il carnivoro che necessita del più esteso spazio vitale; si alimenta solo di prede fresche catturate da solo. Gatti domestici "soriani" e gatti selvatici sono difficilissimi da distinguere; una delle principali insidie per le popolazioni selvatiche è l'incrocio con gatti domestici randagi o inselvatichiti.

Bernardino Ragni, biologo, è Professore di Zoologia Ambientale e di Gestione Faunistica e Direttore delFelis silvestris silvestris2  - Foto  B. Ragni Laboratorio di Zoologia Ambientale del Dipartimento di Biologia Cellulare e Ambientale della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università degli Studi di Perugia. Fa parte del Collegio dei docenti del Dottorato "Biologia ed Ecologia"  attivo nell’Ateneo di Perugia ed è  autore di oltre 150 pubblicazioni scientifiche e specialistiche. Dal 1987 è membro della Species Survival Commission e del Cat Specialist Group dell'IUCN, l'Unione Mondiale per la Conservazione. Componente del Comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio Regionale Permanente per la biodiversità, il paesaggio rurale, lo sviluppo sostenibile dell'Umbria, come responsabile del Gruppo di Zoologia. Organizza, dirige, coordina gruppi interdisciplinari di ricerca finalizzati ad un prodotto scientifico applicativo, tecnico, amministrativo, funzionale all'attività di conservazione e uso sostenibile delle risorse naturali, del paesaggio, del territorio, in collaborazione con Enti pubblici e privati.

quando e dove
Orario
inizio 18.00, durata 1.30
Dove
Sala degli Scheletri. Al pubblico presente verrà offerto un aperitivo.
chi e come
Organizzatori
Museo Civico di Zoologia. A cura di Gloria Svampa
Prenotazione
obbligatoria
Costo
Ingresso libero. Si consiglia di prenotare entro le ore 11.00 del giorno dell'evento.
per saperne di più

Gloria Svampa

gloria.svampa@comune.roma.it

+39 06 0608; +39 06 67109270