esattamente
cerca nei titoli
cerca nel contenuto
cerca nelle notizie
cerca nelle pagine
cerca negli eventi
{ "homeurl": "http://www.museodizoologia.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "hover", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "70px", "showauthor": 0, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 3, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": "Did you mean:", "defaultImage": "http://www.museodizoologia.it/wp-content/plugins/ajax-search-lite/img/default.jpg", "highlight": 0, "highlightwholewords": 0, "scrollToResults": 0, "resultareaclickable": 1, "defaultsearchtext": "", "autocomplete": { "enabled" : 1, "lang" : "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "redirectonclick": 0, "trigger_on_facet_change": 0, "settingsimagepos": "right", "hresultanimation": "fx-none", "vresultanimation": "fx-none", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 200, "iitemsHeight": 200, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "1", "analytics": 0, "analyticsString": "ajax_search-{asl_term}" }

Events

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

“Una seconda chance per la natura”

5 dicembre, 18:00 - 19:00
locandina

Un ciclo di incontri aperti al pubblico, intitolato “I martedì della Natura” e ideato allo scopo di trattare, con l’ausilio di esperti, docenti, giornalisti e tecnici, questioni legate ai compiti istituzionali del Comando Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare dei Carabinieri, con particolare riferimento ai temi ambientali di attualità.

Gli incontri del 5 e del 19 dicembre vedranno la partecipazione della dottoressa Gloria Svampa, zoologa del Museo Civico di Zoologia.

Una seconda chance per la natura. 5 dicembre 2017, ore 18.00
In base ai dati riportati nella Lista Rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura, circa un terzo di tutte le specie oggi note e di cui è stato possibile valutare lo status in natura sono minacciate di estinzione. La distruzione degli habitat naturali, i cambiamenti climatici, le varie forme d’inquinamento e il diffondersi di specie invasive sono i fattori principali che mettono in crisi la biodiversità. Anche dove la strada da seguire per correre ai ripari è evidente e malgrado l’attenzione oggi da molti riservata ai problemi ambientali, le opportunità politiche, economiche o semplicemente la mancanza di informazione remano contro. E’ comprensibile quindi che chi opera a tutela della natura possa sentirsi impotente e scoraggiato. Eppure, ci sono storie di successo che riguardano gli ambienti e la fauna della nostra Italia, così come di altri importanti habitat del Pianeta, che costituiscono validi elementi di speranza. Esiste una seconda chance per la natura, soprattutto laddove forze e competenze diverse di scienziati, educatori, comunicatori, legislatori e autorità preposte all’enforcement lavorano insieme per tutelare e ripristinare la biodiversità. Il Conservation Planning Specialist Group, nuovo Gruppo di Specialisti della SSC-IUCN, ha la missione di guidare, facilitare e coordinare queste operazioni di salvataggio in condizioni “estreme”. Nella sua relazione Gloria Svampa, naturalista e conservazionista, racconterà alcune storie di successo, gli strumenti utilizzati ed i protagonisti, appartenenti a specie minacciate ed anche alla specie umana!

Dal recupero sul campo alla conservazione museale: il valore delle collezioni per la ricerca e la società. 19 dicembre 2017, ore 18.00

Il Museo Civico di Zoologia di Roma ospita fra le sue collezioni reperti recuperati in natura dai Carabinieri Forestali, così come da biologi o privati cittadini sensibili ai problemi della conservazione naturale. Il lavoro di recupero, preparazione e successiva conservazione di queste “testimonianze” della biodiversità attribuisce all’istituzione museale un ruolo fondamentale e sempre attuale nel risvegliare una società ancora troppo disattenta nei confronti delle problematiche ambientali e troppo poco consapevole dei meccanismi evolutivi, che hanno determinato la ricchezza di biodiversità. Ogni reperto racconta la sua storia e, malgrado non faccia più parte del Pianeta vivente, continua a vivere nel museo, creando quelle basi di sensibilità e di educazione, che sono essenziali per la sopravvivenza delle specie.

Dettagli

Luogo:
C.U.T.F.A.A. Via Antonio Salandra, 44 – Roma
Orari e partecipanti:
Inizio ore 18.00
Incontro aperto al pubblico

Organizzatore

Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare