esattamente
cerca nei titoli
cerca nel contenuto
cerca nelle notizie
cerca nelle pagine
cerca negli eventi
{ "homeurl": "http://www.museodizoologia.it/", "resultstype": "vertical", "resultsposition": "hover", "itemscount": 4, "imagewidth": 70, "imageheight": 70, "resultitemheight": "70px", "showauthor": 0, "showdate": 0, "showdescription": 1, "charcount": 3, "noresultstext": "Nessun risultato!", "didyoumeantext": "Did you mean:", "defaultImage": "http://www.museodizoologia.it/wp-content/plugins/ajax-search-lite/img/default.jpg", "highlight": 0, "highlightwholewords": 0, "scrollToResults": 0, "resultareaclickable": 1, "defaultsearchtext": "", "autocomplete": { "enabled" : 1, "lang" : "it" }, "triggerontype": 1, "triggeronclick": 1, "redirectonclick": 0, "trigger_on_facet_change": 0, "settingsimagepos": "right", "hresultanimation": "fx-none", "vresultanimation": "fx-none", "hresulthidedesc": "1", "prescontainerheight": "400px", "pshowsubtitle": "0", "pshowdesc": "1", "closeOnDocClick": 1, "iifNoImage": "description", "iiRows": 2, "iitemsWidth": 200, "iitemsHeight": 200, "iishowOverlay": 1, "iiblurOverlay": 1, "iihideContent": 1, "iianimation": "1", "analytics": 0, "analyticsString": "ajax_search-{asl_term}" }

Events

Caricamento Eventi

Proroga fino al 15 ottobre 2017 della mostra “Superfici. Peregrinazioni entomologiche”

7 luglio, 9:00 - 15 ottobre, 19:00
locandina

Immagini fotografiche di Stefano Zoia

La mostra si propone come un viaggio visivo per approfondire, attraverso la fotografia, la superficie del corpo dei coleotteri, un gruppo di insetti la cui caratteristica principale è quella di avere il primo paio di ali rigido e spesso coloratissimo, ma soprattutto ricco di strutture e forme particolari che possono essere scoperte solo attraverso l’uso di un microscopio.
Per esaminare esemplari di piccole o piccolissime dimensioni (le più piccole specie note misurano circa mezzo millimetro di lunghezza) gli entomologi si servono di vari strumenti ottici: dalla semplice lente d’ingrandimento al microscopio composto fino al microscopio elettronico a scansione. Ma lo strumento principe è il microscopio stereoscopico che, pur senza raggiungere ingrandimenti molto elevati, permette la visione tridimensionale e una facile osservazione e manipolazione anche di esemplari vivi.

In esposizione 46 stampe a colori in vari formati , accompagnate da altrettante didascalie bilingue esplicative e da brevi testi introduttivi.
L’occhio di Stefano Zoia, fotografo ed entomologo, riesce così a cogliere immagini che affiancano al rigore scientifico la creatività e l’interpretazione grafica dei soggetti, ad esempio creando delle fantastiche texture. Sono quindi proposti dei particolari molto ingranditi di diverse specie di coleotteri, appartenenti soprattutto alla famiglia dei Crisomelidi, che – isolati dall’aspetto generale dell’insetto – non risultano più riconoscibili se non a un occhio esperto. Un titolo di fantasia invita allora l’osservatore a proporre una sua personale interpretazione, prima di conoscere, dalla didascalia, la reale identità del soggetto.

Un ulteriore passaggio conoscitivo è proposto affiancando alle immagini l’insetto fotografato, in un confronto tra la realtà e la sua rappresentazione, tra le nostre limitate capacità visive (senza l’ausilio di una lente o microscopio) – con le diverse sensazioni che la visione di un insetto produce in ognuno di noi – e la sua rappresentazione fotografica fortemente ingrandita.

In esposizione anche alcuni esemplari delle collezioni entomologiche del Museo, rappresentanti dell’oltre mezzo milione di insetti conservati.

Già esposta con successo presso il Museo Civico di Storia Naturale di Genova e il Museo Civico di Storia Naturale di Verona, la mostra, per il suo peculiare carattere di divulgazione scientifica, è idonea a visitatori di differenti fasce d’età e formazione culturale.

SUPERFICI – Peregrinazioni entomologiche” ha ottenuto il patrocinio della Società Entomologica Italiana, unica Società scientifica a carattere nazionale in questo specifico ambito e dell’Associazione Romana di Entomologia (A.R.D.E.), storico consesso di entomologi con sede all’interno del Museo fin dagli anni Cinquanta.

Stefano Zoia (nato a Genova nel 1955) ha iniziato a interessarsi di entomologia nei primi anni ’70 affiliandosi al Gruppo Entomologico Ligure (associazione oggi non più attiva), alla Società Entomologica Italiana (con sede in Genova) e all’Associazione Romana di Entomologia. Si è specializzato ben presto nello studio della fauna del suolo e delle grotte, pubblicando vari contributi sui Coleotteri della famiglia Leiodidae; contemporaneamente ha iniziato a occuparsi di Coleotteri Chrysomelidae, con particolare riguardo alla fauna africana e asiatica e pubblicando diversi articoli specialistici. Ha all’attivo altre due mostre fotografiche personali: Mostre «in mostra» (Pavia e Milano – 2014) e Genova 2001 – a street view (Milano – 2014). L’esposizione SUPERFICI – Peregrinazioni entomologiche è stata ospitata al Museo Civico di Storia Naturale di Genova (giugno-settembre 2015) e successivamente al Museo Civico di Storia Naturale di Verona (febbraio-giugno 2016), oltre che in occasione della 46° edizione di Salone “Entomodena” (17-18 settembre 2016).

Scarica la locandina:

thumbnail of locandina WEB SUPERFICI orizz

locandina

Dettagli

Luogo:
Sala della Balena
Orari e partecipanti:
Martedì-Domenica ore 9.00-19.00 (ultimo ingresso ore 18.00)
Costo e prenotazione:
La visita alla mostra è inclusa nel biglietto di ingresso del museo
Altro:
Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

Organizzatore

Museo Civico di Zoologia (Carla Marangoni)
Telefono:
+39 0667109270 – +39 060608
Email:
carla.marangoni@comune.roma.it